POR-FESR-regione-venetO

Bando per l’erogazione di contributi per investimenti innovativi nel settore ricettivo turistico alle piccole e medie imprese di pianura

Beneficiari:

Le strutture ricettive così classificate:

a) strutture ricettive alberghiere (articolo 25, L.R. n. 11/2013): alberghi o hotel, villaggi-albergo, residenze turistico-alberghiere, alberghi diffusi;

b) strutture ricettive all’aperto (articolo 26, L.R. n. 11/2013): villaggi turistici, campeggi;

c) strutture ricettive complementari (articolo 27, L.R. n. 11/2013): alloggi turistici, case per vacanze, unità abitative ammobiliate ad uso turistico, bed & breakfast, rifugi alpini; (in possesso di Partita IVA)

d) strutture ricettive in ambienti naturali (articolo 27 ter, L.R. n. 11/2013).
Non tutti i comuni rientrano nelle zone ammissibili, quindi si consiglia di controllare questa cosa in primis, chiedendomi informazioni in merito;

Spese ammissibili:
-interventi di ampliamento,ü ristrutturazione, manutenzione, riconversione e innovazione;

-interventi riguardanti impianti e strumenti tecnologici connessi all’attività d’impresa e finalizzati all’innovazione dei processi organizzativi e dei servizi per gli ospiti, ivi comprese le dotazioni informatiche hardware e software anche per il sito web e i sistemi di prenotazione elettronica;

– interventi di innovazione digitale quali l’introduzione di strumenti diü domotica sia nella gestione della struttura ricettiva da parte dell’impresa, sia usufruibili dal turista mediante l’utilizzo di strumenti di comunicazione in mobilità;

– interventi di qualificazione dei requisiti di servizio, di dotazione, iviü compresa l’attività di ristorazione adeguata alla capacità ricettiva;

– interventi di riduzione dell’impatto ambientale e/o del consumo diü risorse (energia/acqua);

– interventi finalizzati alla crescita dimensionale delle imprese,ü accorpamento di attività tra soggetti imprenditoriali, sviluppo di sinergie tra imprese del turismo e altre attività economiche;

– investimenti in ottica di turismo sostenibile;ü

– realizzazione di aree benessere, piscine, sala congressi, wellness, ecc.ü complementari;

-interventi per migliorare l’accessibilità della strutturaü alle persone con disabilità.

I progetti devono iniziare DOPO l’invio della domanda di contributo.
Alcuni esempi di costi ammissibili:

a) opere edili/murarie e di impiantistica,

b) strumenti tecnologici, comprese le dotazioni informatiche hardware e software;

c) progettazione, collaudo e direzioni lavori;

d) attrezzature, macchinari e arredi funzionali al progetto e ai prodotti turistici ad esso connessi1;

e) spese per l’ottenimento delle certificazioni di qualità, sicurezza, ambientali o energetica2;

f) spese relative alla fidejussione nel caso di erogazione del sostegno tramite anticipo;

g) diritti di brevetto, licenze, know-how o altre forme di proprietà intellettuale.

Contributi e limiti di spesa
La spesa minima deve essere di euro 100.000 e fino ad un massimo di euro 666.666,67. La percentuale del contributo erogato è pari al 30%, fino ad un massimo di euro 200.000 di contributo erogabile.

Scadenza della presentazione delle domande: 7 maggio 2019

Referente ASFE: Stefano Schena – stefano.schena@asfe-vr.it – 3288163310

Bando: Allegato Bando

CONDIVIDI L'ARTICOLO